Better Investing Tips

Perché un ex grande investitore di sostenibilità afferma che il settore è una frode pericolosa

click fraud protection

Benvenuto nel Green Investor, alimentato da Investopedia. Sono Caleb Silver, il caporedattore di Investopedia, la tua guida e compagno di viaggio sul nostro viaggio in cosa significa essere un investitore verde oggi e dove è diretto questo team di investimento futuro. Nello show di questa settimana, non chiamatelo ritorno, almeno non ancora, ma i titoli di energia rinnovabile e gli ETF sono in movimento verso l'alto e verso destra. Il passaggio del Legge sulla riduzione dell'inflazione e un aumento del mercato azionario più ampio ha riportato in vita i titoli dell'energia verde e il denaro si sta diffondendo anche nelle società private. Faremo dei nomi. E a proposito di nomi, sentiremo parlare di uno dei massimi ex leader della sostenibilità che investe nel l'industria che ha abbandonato tutto, ha abbandonato e ha lasciato un saggio in più parti sul perché l'industria degli investimenti sostenibili è un frode. Tariq Fancy si unisce allo spettacolo per un'intervista esplosiva.

Se pensi che sia caldo ora, vai avanti veloce all'anno 2053. È allora che i meteorologi della First Street Foundation, che è un'organizzazione no profit che studia il rischio climatico, affermano il l'indice di calore supererà i 125 gradi Fahrenheit in una fascia di calore estremo attraverso una fascia degli Stati Uniti. In un recente rapporto, First Street ha dichiarato le sue previsioni, che assembla utilizzando i dati del National Weather Service (NWS) e altri disponibili pubblicamente dati, dice che l'indice di calore in 30 anni varcherà facilmente la soglia di "pericolo estremo". La cintura termica dovrebbe avere un impatto circa otto milioni di persone quest'anno e crescerà fino a raggiungere un impatto di circa 107 milioni di persone nell'anno 2053, che è un aumento di 13 volte rispetto a quei 30 anni. Quella cintura includerà un'ampia fascia del paese che include il sud-est e le aree appena ad ovest del Monti Appalachi, che si estendono dal Texas e dalla Louisiana, fino al Missouri e all'Iowa fino al Confine con il Wisconsin.

Gli aeroporti, le biblioteche e gli impianti di depurazione dell'acqua di Chicago saranno presto funzionanti con energia pulita al 100%, grazie a un accordo annunciato dal sindaco Lori Lightfoot sposterà tutte le operazioni in tutta la città verso le fonti rinnovabili entro il 2025, rendendo Chicago una delle più grandi metropoli degli Stati Uniti a impegnarsi in tale muoversi. La città ha firmato un accordo di fornitura di energia con il fornitore di elettricità al dettaglio Constellation Energy, con un mandato iniziale di cinque anni a partire da gennaio 2023, secondo l'ufficio del sindaco. L'accordo consentirà inoltre a Chicago di soddisfare parzialmente il proprio fabbisogno energetico da un progetto solare attualmente sviluppato da Swift Current Energy. L'ufficio del sindaco non ha rivelato quanta energia sta comprando la città, o quanto sta pagando per essa.

Iscriviti ora: Podcast di Apple / Spotify / Podcast di Google / Player FM

Incontra Tariq Fancy

Tariq fantasia

Tariq Fancy è il fondatore e Amministratore delegato (CEO) della Rumie Initiative, un'organizzazione no-profit di tecnologia educativa con sede in Canada che fornisce ai giovani strumenti digitali volti a rendere le capacità di apprendimento divertenti e interattive.

Tariq in precedenza ha lavorato come Direttore degli investimenti (CIO) di Sustainable Investing presso BlackRock, il più grande asset manager del mondo, di cui era responsabile per aver guidato la strategia ESG dell'azienda e per aver integrato le soluzioni ESG nell'investimento di BlackRock processi.

Cosa c'è in questo episodio?

Se hai seguito questo podcast e le notizie su ESG e investimenti sostenibili ultimamente, saprai che questo tema di investimento è sotto attacco. Regolatori come il Commissione sui valori mobiliari e sui cambi (SEC) stanno reprimendo greenwashing tra società e fondi, gli investitori dubitano dell'efficacia degli investimenti ESG e SRI, i gruppi di interesse speciale denunciano le premesse dietro l'intero concetto di investimento sostenibile, le agenzie di rating vengono attaccate per quello che sono e per quello che non stanno misurando e gli addetti ai lavori del settore lo sono uscire contro l'industria dei servizi finanziari per il confezionamento e la vendita di un'illusione di investimento tutto avvolto in carta verde brillante con un bel po' fiocco in cima. Uno di quegli addetti ai lavori ha reso pubbliche le sue critiche al settore dopo aver lasciato il suo lavoro come capo Investment Officer (CIO) di Sustainable Investing per il più grande asset manager del pianeta, ecco Roccia nera. Ha poi scritto un lungo saggio in quattro parti e lo ha pubblicato su Medium.com per spiegare le ipocrisie degli investimenti sostenibili e perché non poteva più assecondarlo. Quell'insider è Tariq Fancy, ed è nostro ospite questa settimana sul Green Investor. Ben arrivato.

Tariffa: "Grazie per avermi".

Caleb: "Tariq, eri ai vertici del settore, il CEO di BlackRock nella sua area di prodotti probabilmente di più alto profilo. Stavi guidando jet privati ​​con il presidente e amministratore delegato, Larry Fink, stavi parlando con i leader mondiali e i maggiori investitori del mondo. Si potrebbe pensare che tu fossi nella posizione ideale per plasmare questo settore in un modo che porti davvero al cambiamento. Perché hai lasciato?"

Tariffa: "Ho lasciato perché sono giunto per la prima volta alla conclusione che non stava aiutando molto. Sono entrato, ovviamente, e sono entrato a far parte dell'azienda in questo ruolo, dopo aver bevuto il Kool-Aid e credendo a ciò che tutti vogliamo credere, ovvero che c'è una fantasia vantaggiosa per tutti in cui possiamo mantenere lo status quo così com'è e risolvere tutte le nostre minacce a lungo termine che la scienza ci dice di indirizzo. Ho scoperto, abbastanza rapidamente, che si trattava di un ruolo meno di fiducia e più, quasi come un ruolo di marketing, e non ho avuto molto impatto. Ma ciò che è veramente cambiato per me è stato dopo che me ne sono andato, e ho iniziato a rendermi conto che questo non solo non è utile, in realtà è attivamente dannoso perché presenta quello che chiamo un pericoloso placebo che danneggia il pubblico interesse. È una fantasia che possiamo lasciare le cose come sono e che all'improvviso appaia questa area magica delle cose ESG - strumenti di dati, standard - e questo significherà che proteggiamo l'ambiente, il che, ovviamente, non è ciò che nessuno dei nostri esperti sta dicendo, e sta solo dicendo che abbiamo bisogno di regolamenti sistemici in atto da governo. E, sai, mi sono reso conto che più a lungo mettiamo tutte le nostre azioni come società in idee come questa che non funzionano, non solo amplifichiamo i costi dell'inazione, ma li trasferiamo anche. Li trasferiamo alle persone più giovani, più povere e dalla pelle più scura del pianeta che subiranno in modo sproporzionato le conseguenze dell'inerzia sul cambiamento climatico in particolare. Ed era qualcosa che pensavo dovesse essere oggetto di un dibattito pubblico. Questo era il mio obiettivo di diventare pubblico".

Caleb: "Quindi è probabilmente quello che ti ha portato a scrivere il saggio. Avresti potuto facilmente allontanarti, tornare a Rumie, l'azienda, la piattaforma di apprendimento online che hai creato, dove sei di nuovo ora - ne parleremo tra poco - ma perché sei andato così pubblico?"

Tariffa: "In gran parte, è stato a causa del lavoro che ho fatto a Rumie, giusto? Voglio dire, ho trascorso una lunga carriera nella finanza, prima come banchiere nella Silicon Valley, nel gruppo che ha fatto le IPO di Amazon, Google, Cisco e io alla fine siamo andati dopo l'incidente della bolla Dotcom, siamo entrati in quello che viene chiamato angosciato o avvoltoio investire. Questa è stata la parte del leone della mia carriera di investitore su quel lato delle cose: molto, molto acuto, gomitato, molto, molto aggressivo. E quel tipo di mentalità, in cui tagli le stronzate abbastanza velocemente perché, sai, in una situazione angosciata, c'è un sacco di B.S. andare in giro e storie fantasiose, nessun gioco di parole. Ad un certo punto, sono passato e ho avviato Rumie: era una storia molto personale attorno a un mio amico della scuola di economia che è morto di cancro e ho deciso di seguire un percorso a cui pensavo da anni e di costruire un digital senza scopo di lucro".

"Era qualcosa che mi appassionava profondamente. Rumie è un 501(c)(3), un ente di beneficenza. Ho lavorato per tre anni senza stipendio per farlo decollare. E, nella mia prima metà dei trent'anni, è stata una strana scelta di carriera, ma era una di quelle a cui tenevo davvero profondamente. E l'intersezione di aver lavorato agli estremi del profitto, in un hedge fund dal gomito aguzzo da una parte, e dall'altra, un ruolo basato su uno scopo che gestisce un'organizzazione no profit digitale che aiuta le persone a imparare e costruirsi da sole, quella diffusione non è molto comune: francamente. E questa è stata una delle cose che mi ha portato a essere considerato per questo ruolo come una sorta di investitore che guida la parte ESG delle cose, giusto? - la parte degli investimenti sostenibili delle cose. E poi ho iniziato a capire che si trattava in gran parte di marketing, che si trattava di cose piacevoli che alla fine non avrebbero funzionato e non sarebbero andate a beneficio di molte comunità svantaggiate. Era davvero il fatto che avevo lasciato anni prima per fare Rumie dove ho detto: "ascolta, ho preso la mia decisione". Tipo, io sono un capitalista. Credo che investire possa portare un grande valore alla società. Penso che il settore dei servizi finanziari possa fare altrettanto, ma non nel modo in cui viene fatto in questo momento. Ho deciso, sì, avrei arruffato qualche piuma, ma non è il mio personale, non mi interessa davvero se non hanno una buona argomentazione per tornare. Viviamo in un mercato di idee e questo dovrebbe essere esposto in modo che, come società, possiamo prendere decisioni migliori".

Avvertimento

Il podcast Green Investor è solo a scopo informativo ed educativo e non costituisce un consiglio di investimento. Non daremo consigli per l'acquisto, la vendita o la detenzione di un particolare titolo o bene, anche se potremmo discutere di prodotti finanziari con i nostri ospiti. Alcuni dei nostri ospiti possono investire in titoli citati in questo podcast. Alcuni dei nostri ospiti possono vendere o commercializzare i titoli menzionati in questo podcast, ma tutti gli ascoltatori dovrebbero farlo la propria ricerca o consultare un consulente finanziario o un intermediario prima di prendere qualsiasi decisione di investimento.

Caleb: "Sì, e inviti l'industria a rispondere, a entrare nella conversazione con te attraverso i tuoi saggi, che sono super provocatori, molto personali. Parli anche di persone con cui hai lavorato, alcune delle quali di altissimo profilo. Non è che tu provi a farlo sotto il radar: fai i nomi qui. Ma parliamo di quelli che vedete come i problemi inerenti agli investimenti sostenibili e responsabili dal punto di vista del settore. Hai detto che ci sono stati molti soldi per il marketing in questo: questo è uno dei più grandi sforzi di marketing probabilmente negli ultimi due decenni che abbiamo visto nel settore. Sappiamo patrimonio in gestione (AUM) in questi temi ci sono $ 10 trilioni, $ 12 trilioni e crescono ogni anno: il settore parla sempre di come sempre più investitori, soprattutto i giovani, vogliono entrare in questo tema di investimento, ma hai problemi con esso, dal lato del prodotto fino al lato marketing".

Tariffa: "La prima cosa che devi fare quando guardi all'investimento sostenibile è definirlo, perché è un po' tutto per tutte le persone, ed è piuttosto oscuro. Quindi direi che il modo più semplice per vederlo è, e prendiamo BlackRock come esempio, sono due cose, giusto? BlackRock è l'azienda che l'anno scorso ha raggiunto $ 10 trilioni di asset. Penso che siano al di sotto di questo ora, ma è una gigantesca società di investimento. Quindi diciamo solo che ha $ 10 trilioni di asset. La prima cosa di cui si occupano ESG e investimenti sostenibili è cercare di integrare considerazioni e fattori ESG, proprio come qualsiasi altro nuovo data center o set di parametri, in quei 10 trilioni di dollari. Ora, l'idea alla base è che guardando le informazioni ESG, diventerai un investitore migliore. A proposito, devi dirlo, perché come investitore sei vincolato dall'obbligo legale di concentrarti solo sui rendimenti. Quindi devi dire: "Sto guardando ESG ed è fantastico per il mondo e le buone aziende ESG hanno prestazioni migliori, quindi questo è un meraviglioso vantaggio per tutti, giusto?" Dove premiamo le aziende migliori perché sono più redditizie, va a più capitale loro. Questa è una metà dell'equazione".

"Quindi il primo è il miglioramento del processo. Non è un prodotto, sono solo processi esistenti che vengono aggiornati. Il secondo è questa gigantesca categoria in crescita di prodotti di investimento sostenibili. E a BlackRock, l'ultima divulgazione pubblica ha menzionato circa mezzo trilione, o $ 500 miliardi di quasi $ 10 trilioni. Ora, questa è una delle categorie in più rapida crescita. E se dovessi riassumere le mie lamentele sull'investimento sostenibile come pratica oggi, è su entrambe le metà, giusto? Per quanto riguarda l'integrazione ESG, o il tipo di idea che puoi migliorare il tuo processo con rendimenti migliori, prima di tutto, la maggior parte di ciò che le società di gestione patrimoniale stanno effettivamente facendo è solo carta. Prendono impegni non vincolanti che esamineremo le cose ESG mentre stiamo cercando di investire, e c'è questo fantasia ridicola che ciò creerà un impatto nel mondo reale o, come minimo, un investimento migliore ritorna. Non ho visto nessuna di queste cose. Crea migliori ritorni sugli investimenti? Voglio dire, in alcune aree, c'è un fondo di verità in questo, ma dipende fortemente dalle specifiche. Se sto investendo in un'azienda, e loro sono in California o sono in Cina, allora se hanno o meno una controversia sui diritti degli animali può avere importanza o meno. Probabilmente conta in California, non so se conta così tanto oggi in Cina. Se sei un'azienda e stai guardando all'impronta di carbonio, importa in quale settore si trovano. Se sono una banca, la "S" e la "G" probabilmente contano di più, e se sei una società di risorse, è la parte "E".

"Mentre entri nei dettagli, è molto intricato - e ci sono alcuni noccioli di verità - ma la maggior parte di essi è stata sproporzionata. E quello che ho visto in realtà - e forse questo sorprenderà le persone, forse non lo farà - ma in generale, per molte aziende, essere irresponsabili in realtà è più redditizio. Quindi, se sei Mark Zuckerberg, la cosa responsabile da fare probabilmente non sarà la dipendenza dei giovani dalla salute mentale, distruggere i social media e aumentare i tassi di suicidio e creare problemi di salute mentale in modo da poter attirare la loro attenzione e vendere loro annunci. Eppure, probabilmente, non è la decisione che prenderà Facebook. L'intera struttura è legalmente incentivata a spremere profitti, quindi continueranno a farlo. E in ogni tipo di sforzo competitivo, hai sempre regole e arbitri. Sappiamo che con lo sport non potrebbe esserci nessun tipo di sport senza arbitri e regole. Stessa cosa con il capitalismo. Hai regole e arbitri che sono regolatori. E mi ha colpito ancora e ancora mentre l'ho guardato, e ho detto, gli incentivi del sistema lo sono non fare la cosa giusta; dal punto di vista ESG e per la società, in realtà è molto spesso farlo sbagliato cosa. Quindi la parte di integrazione ESG è stata molto di marketing ed è stata davvero francamente fuorviante".

"E poi i nuovi prodotti, ciò che mi ha sbalordito è che la stragrande maggioranza di essi non può mostrare alcun impatto nel mondo reale in fase di creazione. La maggior parte di loro sono solo fondi che prendono azioni secondarie pubbliche che sono già negoziate nei mercati e danno solo diverse cesti di loro alle persone perché capiscono, beh, aspetta un secondo, posso vendere due prodotti passivi ETF mercificati, ma con uno dei loro, se ho qualche cosa in più di verde lì dentro, un investitore socialmente consapevole mi pagherà commissioni più alte per investire in esso, ed è un ottimo opportunità. Ma alla fine, la divergenza qui è che la persona che paga di più in commissioni per quel fondo ESG crede quasi sempre che lo stiano facendo qualcosa per il mondo facendo ciò, che accadrà qualcosa di buono: più capitale che va a una maggiore responsabilità sociale aziende. In realtà, il modo mercati secondari lavoro, tutto ciò che stai facendo è prendere un paniere leggermente diverso e usarlo per addebitare di più alle persone responsabili, ma nulla nel mondo reale cambia in realtà: stai solo spostando denaro".

Caleb: "Entriamo in quello, perché è estremamente importante, il modo in cui molti investitori, investitori individuali, sono esposti a questo tema, o ottengono esposizione a questo tema, è attraverso gli ETF—fondi negoziati in borsa, quali sono cesti di azioni, o tramite fondi indicizzati, che sono, ancora, panieri di azioni o fondi comuni di investimento. Il tuo punto è che questi sono sul mercato secondario, non stanno investendo direttamente in queste società. Stanno investendo nella versione a pacchetto di questo paniere di aziende. Sì, c'è la creazione, il riscatto negli ETF e ci sono addizioni e sottrazioni nei fondi, ma in realtà non lo sono mettere i soldi nell'azienda allo scopo di ridurre il cambiamento climatico, migliorare la governance o migliorare il sociale azione. E questo è un punto chiave, perché altrimenti, come dovrebbero gli investitori accedere a questo tipo di società o provare a cambiare con i loro soldi?"

Tariffa: "È molto difficile. Penso che molto spesso gli investitori possano creare un impatto, ma spesso è attraverso veicoli privati ​​che forniscono nuovi finanziamenti primari. Voglio dire, c'è ciò che le persone nello spazio di impatto chiamano addizionalità. L'addizionalità è semplice come sembra, è il principio di qualcosa di aggiuntivo che accade a causa di ciò che hai fatto. Ci sono veicoli che possono avere un senso, ma la stragrande maggioranza dello spazio ESG sono cose che non cambiano nulla nel mondo reale. In definitiva, sono stratagemmi piuttosto cinici per convincere le persone a sfruttare l'angoscia sociale dietro la - francamente - crescita della società fallimenti nell'affrontare non solo il cambiamento climatico, ma la disuguaglianza e una serie di altre questioni che danneggiano la politica stabilità."

"La cosa divertente di questi prodotti è che la teoria del cambiamento dietro di loro si basa sulla teoria di disinvestimento. In una parte, il movimento degli attivisti per il clima deve assumersi una certa responsabilità per aver spinto il disinvestimento come soluzione. Il disinvestimento è il modo più stupido per guidare l'impatto nel mondo reale che abbia mai visto. Fondamentalmente è l'annullamento della cultura che incontra i mercati finanziari. Destra? È come, "ehi, se non possiedo queste azioni, non avranno capitale". Questo non ha alcun senso, perché sono le azioni secondarie che vengono scambiate sul mercato. Quindi, per te vendere la quota, significa che qualcun altro dovrebbe acquistarla, probabilmente qualche hedge fund a cui non importa se è una società responsabile o meno. E alla fine, consente alle aziende di continuare a fare ciò che stanno facendo con una base di azionisti diversa".

"E in qualche modo nello spazio degli attivisti per il clima, dove purtroppo c'è una carenza di persone con un background finanziario, che in qualche modo è diventata questa idea che puoi affrontare il cambiamento climatico vendendo le tue azioni di un produttore di combustibili fossili, anche se CalPERS e altri hanno affermato in passato che pensano di perso $ 50 milioni o qualcosa del genere disinvestendo dal tabacco negli anni '90, la gente fuma ancora, come se tutto ciò che devi fare è farti da parte e continuerà ancora succedendo. E penso che molti prodotti siano costruiti su quell'idea, che possiedi meno di qualcosa nel mercato secondario pubblico, quindi tu crei impatto, ma in realtà non lo fai, e non modifichi realmente gli incentivi o il comportamento di nessuno dei aziende."

Caleb: "Beh, eccoti qui, Tariq, in BlackRock, che è il più grande asset manager del pianeta, dove sono attivamente investiti in società e potrebbero spingere per il cambiamento, potrebbe spingere per risoluzioni degli azionisti, potrebbe usare il loro potere di azionisti e la loro enorme dimensione per spingere attraverso l'azionista risoluzioni. E in effetti, l'hanno fatto, o almeno hanno dimostrato di averlo fatto attraverso i loro rapporti per un paio d'anni, ma ora potrebbero aver riattivato la questione. Ma dal tuo punto di vista, o non stava necessariamente accadendo come doveva, o stavano accadendo semplicemente avvolgendo i prodotti sotto questo ombrellone, questo ombrello verde, che proprio non faceva quadrare i conti voi."

Tariffa: "Sì, alla fine la mia preoccupazione è che la maggior parte di quel lavoro fosse marketing e PR, con questo intendo dire che in realtà nulla nel mondo reale cambia. È quasi uno status quo. È come una droga che ci induce ad accettare lo status quo perché sentiamo che qualcosa viene fatto, anche se non lo è. E il motivo per cui non viene fatto - il motivo per cui non abbiamo così tanto capitale da destinare a cause verdi - è semplicemente perché gli incentivi non ci sono. È troppo redditizio fare soldi con i combustibili fossili, almeno rispetto a ciò di cui abbiamo bisogno per diventare una società".

"Un modo per affrontare questo è dire: "beh, se vuoi che meno capitali fluiscano verso un'attività che è meno desiderabile agli occhi del pubblico, allora la rendi meno redditizia." Questo è esattamente ciò che un tassa sul carbonio o un prezzo sul carbonio, giusto? Dice, va bene, beh, non puoi farla franca ignorando il costo dell'inquinamento che stai creando. Sappiamo che le persone stanno inquinando e trasmettono un costo che le generazioni future dovranno affrontare. Voglio dire, le persone vive oggi o i giovani dovranno affrontarlo. E dobbiamo fare qualcosa al riguardo, e quelle idee esistono da secoli. Il problema è che non possono essere implementati perché il sistema politico è completamente bloccato. Quindi, hai un gruppo di leader aziendali come Larry Fink che si sono alzati e hanno detto: "Ehi, abbiamo una soluzione". Quando in realtà guardi cosa stanno facendo, dietro le quinte stanno usando il marketing e le lobby per ritardare le normative sistemiche come una tassa sul carbonio, spesso attraverso il commercio del settore gruppi. Quindi l'ultima legislazione - l'Inflation Reduction Act o come si chiama - ha riscontrato una significativa opposizione da parte della Business Roundtable, che afferma di credere in capitalismo degli stakeholder, dal Camera di Commercio, da tutte queste organizzazioni. E poi, allo stesso tempo, sono là fuori a vendere la propria soluzione, dicendo "ehi, compra questa cosa". E ci sono sottoprodotti".

"Non possono cambiare i meccanismi alla base del sistema perché alla fine il capitale scorre dove è più redditizio le opportunità sono, e ciò accade sempre perché tutti coloro che prendono decisioni di allocazione del capitale di solito lo fanno con qualcuno soldi di altri. E al suo interno, il problema principale-agente del capitalismo è che non puoi semplicemente lasciarli spendere per ciò che vogliono. Vuoi davvero che il tuo PM o il tuo banchiere progettino la società? Il loro compito è concentrarsi sul valore, che si misura in dollari. E se hai un intero sistema costruito attorno ad anelli della catena in cui tutti sono finanziariamente incentivati ​​e legalmente obbligati a concentrarsi sul valore del dollaro e massimizzare si finisce in una situazione in cui le persone sono costrette a sfruttare ogni tipo di scappatoia, che non si tratti di pagare i costi dell'inquinamento, di evadere le tasse e così via e così via via. È un problema sistemico. E direi che la leadership di oggi, i leader aziendali, non è nemmeno in grado di risolvere questo problema. Direi che loro non posso, ma mentono e dicono che possono, in modo da poterti vendere un sacco di prodotti ESG. Ed è tutto perché la loro struttura di incentivi è a brevissimo termine".

Caleb: "Entriamo in alcune delle soluzioni. Scrivi molto su una carbon tax, che è effettivamente una tassa sui consumi come uno degli unici modi per cambiare il comportamento di miliardi di persone, di cui abbiamo bisogno. Non abbiamo bisogno di 100 milioni di persone per cambiare il nostro comportamento. Non abbiamo bisogno degli Stati Uniti per cambiare il loro comportamento. Abbiamo bisogno che tutti i paesi cambino il loro comportamento. Una tassa sul carbonio è realistica alla scala di cui parli?"

Tariffa:"La questione sulla progettazione delle politiche è importante, ma vorrei anche rimpicciolire. Penso che una tassa sul carbonio o un prezzo sul carbonio in qualche modo sia quasi inevitabile. E penso che molti leader aziendali senior sappiano che dietro le quinte qualcosa del genere accadrà, ma pensano che sia politicamente sgradevole in questo momento. Penso che la sfida fondamentale che dobbiamo affrontare oggi non riguardi nemmeno l'imposta sui consumi o questa politica o quella politica, perché alla fine, in un modo o nell'altro, si leggono effettivamente i dettagli. Sembra che noi come società abbiamo costruito un modo di vivere che prende in prestito contro le prospettive delle generazioni future. Succede quando costruisci un'industria energetica da 5 trilioni di dollari basata sui combustibili fossili, e poi all'improvviso gli scienziati ti dicono, beh, tutto quel capitale le spese che hai investito e tutto quel know-how - tutto ciò che hai fatto, i diritti sulla terra che hai acquistato - probabilmente non puoi sfruttarlo come vuoi a. E dobbiamo costruire un intero nuovo sistema che richiederà innovazione e scalabilità e così via.

"E' fattibile? Certo. Il capitalismo è il modello giusto per affrontarlo? Penso di sì. Ma non accadrà per magia, perché richiederà sacrificio. Probabilmente è vero che un Big Mac costerà un po' di più, viaggiare un po' di più. Speriamo di poter ottenere quel tipo di sacrificio, quei cambiamenti in un modo che non metta il peso sulle comunità che sono già tese. Ma quello che penso debba davvero accadere è in definitiva un mucchio di seria regolamentazione che interiorizza le esternalità per utilizzare il gergo della teoria economica e cambia gli incentivi degli attori nel sistema. Non l'abbiamo ancora visto".

Caleb: "Qualcuno lo sta facendo bene? Ci sono paesi là fuori o mercati, luoghi di mercato, in cui vedi che ciò accade nel modo in cui dovrebbe accadere nel modo in cui in realtà è potenziale per - prendiamo solo la parte verde di esso - aiutare a ridurre il cambiamento climatico, aiutare a risolvere alcuni di questi problemi che abbiamo proprio ora nel ambiente. Qualche paese o qualcuno che ha effettivamente capito bene?"

Tariffa: "Ci sono sicuramente settori del mercato in cui le persone fanno cose di cui abbiamo più bisogno. Quindi ho fatto l'esempio prima, se il tuo è un fondo di mercati pubblici che sta solo riorganizzando panieri di azioni già scambiate in secondario mercati pubblici, che non ha un impatto reale, e probabilmente non è etico vendere con l'idea che lo faccia, ed è comunque un placebo o pericoloso. Ma i veicoli privati ​​che investiranno in nuovi finanziamenti per un innovatore, quindi prendiamo un VC sul clima, c'è sicuramente un'addizionalità in questo, perché se tu investi $ 100 milioni da quel fondo per sostenere una nuova imprenditrice e lei ha trovato un modo per costruire un nuovo fantastico meccanismo di cattura e stoccaggio del carbonio, tu fare quell'investimento cambia il mondo perché se non l'avessi fatto, allora forse lei non avrebbe avuto gli strumenti per ridimensionarlo e il mondo sarebbe stato diverso posto. Quindi c'è un sottoinsieme di cose che sono interessanti.

"Penso che sia meno definito dalla geografia e più dal tipo di investimento che è, numero uno. Numero due, direi che alcuni paesi lo stanno facendo un po' meglio di altri, ma parte di ciò è determinato dalla cultura aziendale e da quanto si preoccupano di queste cose. In Europa, chiaramente sono più inclini ad esso e penso che siano un po' più avanti rispetto alla curva nel pensare al fatto che questo deve essere robusto e reale di quanto non lo sia oggi in Nord America, che sembra un po' come il selvaggio Ovest. E direi che alcuni governi stanno pensando molto onestamente a come possiamo collaborare con l'industria per creare obiettivi credibili. Quindi, per fare un esempio, a Singapore, anche il governo ha detto: "ascolta, non abbiamo ancora un piano netto zero che sia pubblico". E io ho detto "perché?" Hanno detto, non è perché non lo sono premuroso - non è che non credano nel cambiamento climatico - ma perché hanno detto: "guarda, non ci piace mettere il nostro nome su qualcosa a meno che non sappiamo che possiamo raggiungerlo e abbiamo un piano per ottenere là."

"Il problema, credo, nelle democrazie occidentali di oggi, è che le persone sono così orientate al breve termine che nessuno si sente davvero agganciato per quello che accadrà nel 2030. Il mandato medio del CEO è di cinque anni. Questo nonostante il fatto che gli amministratori delegati vengano pagati più di quanto non siano mai stati pagati: è 320 volte il lavoratore medio del settore. Quindi non sono davvero concentrati sul 2030, tanto meno sul 2050, perché guadagneranno i loro soldi prima della fine del decennio e i politici sono concentrati sul prossimo ciclo elettorale. Ci sono governi che lo stanno facendo bene, ma ad essere onesti, in questo momento le democrazie stanno facendo una cosa terribile lavoro perché in realtà non hanno persone al volante che pensano davvero di aver bisogno di pianificare 2050."

Caleb: "Torniamo a te. Veniamo alla Rumie Initiative, l'azienda che hai fondato - l'organizzazione no profit che hai fondato - per cercare di insegnare l'alfabetizzazione finanziaria ai bambini, dove alla fine sei finito dopo il tuo periodo in BlackRock. Raccontaci cosa stai facendo lì".

Tariffa: "Quindi Rumie è qualcosa che in realtà è probabilmente la cosa più interessante su cui sto lavorando in questo momento, perché in effetti Rumi ha iniziato dicendo" forniremo apprendimento gratuito agli smartphone in tutto il mondo." Il motivo per cui l'abbiamo fatto è perché anni prima avevo lavorato a investimenti per portare i telefoni cellulari anche nei mercati emergenti, luoghi come il Kenya, dove i miei genitori sono nati e sollevato. E potevi vedere che era la grande forza di equalizzazione se le persone non avevano i fissi. Alcuni lo hanno fatto. Alcuni no. Tutti sono passati ai telefoni cellulari e poi improvvisamente tutti usano la stessa tecnologia aggiornata. E così, man mano che gli smartphone sono cresciuti - ora ce ne sono sei miliardi e mezzo in tutto il mondo - abbiamo visto un grande potenziale per usarlo come infrastruttura per equalizzare il campo di gioco per l'apprendimento, perché con lo smartphone hai quiz di apprendimento di alta qualità, è interattivo, è adattivo. La squadra ha iniziato a costruirlo".

"E oggi, la soluzione principale si basa su qualcosa chiamato microlearning: impari rapidamente in frammenti di cinque o sei minuti sul tuo telefono cellulare. La ricerca mostra che le persone ottengono una corsa media difficile quando aggiornano i social media: questo è ciò che i social media cercano di convincerti è rinfrescarlo e ottenere quel successo. Bene, ottieni anche una scarica di dopamina dall'apprendimento di una nuova abilità o concetto. E così abbiamo preso il modello e abbiamo detto: "ti daremo una scarica di dopamina per qualcosa di buono per la tua salute mentale". E poi noi ha iniziato a prendere spunto dai social media: GIF animate, meme, tutti i tipi di cose che lo mantengono fresco e interattivo in modo che non si limitino a annoiato e puoi avere anche due o tre paragrafi di testo su un telefono perché la maggior parte dei giovani - sono fuori sede - sono abituati a parlare algoritmo. E quindi, la cosa davvero incredibile è che durante la pandemia è esplosa in crescita. Ora ha colpito un milione di studenti un paio di mesi fa e sta crescendo in modo esponenziale, quindi raddoppia ogni quattro o cinque mesi. Ma la parte più interessante è che in realtà ha guadagni di apprendimento: il 22% di guadagni di apprendimento rispetto alla linea di base. Ed ecco la parte pazzesca: l'88% degli studenti afferma che è un sostituto positivo del tempo sui social media".

Caleb:"Ci collegheremo all'Iniziativa Rumie nelle note dello spettacolo e ai tuoi saggi su Medium. Tariq Fancy, grazie mille per essere entrato a far parte del Green Investor. Davvero bello parlare con te."

Tariffa: "Grazie, Caleb. Bello essere qui".

Indice di ripresa della città di New York: 15 marzo

Nota dell'editore: di seguito troverai la versione della settimana 32 del NYC Recovery Index, ori...

Leggi di più

Rialzista oltre ogni convinzione nonostante le bolle ovunque

Nonostante la solita ansia che gli investitori temono quando i mercati continuano a raggiungere ...

Leggi di più

Guadagni Virgin Galactic: cosa è successo con SPCE

Guadagni Virgin Galactic: cosa è successo con SPCE

Punti chiaveL'EPS rettificato è stato di -$ 0,31, come previsto dagli analisti.Virgin Galactic n...

Leggi di più

stories ig